Cléo de 5 a 7

Cléo_from_5_to_7 posterParigi. Cléo sceglie delle carte da un mazzo aperto: 3 per il passato, 3 per il presente e 3 per il futuro, sperando di trovare la risposta alla sua domanda. I tarocchi le dicono tutto e molto di più di quello che vorrebbe sapere, in lacrime e senza speranze lascia la cartomante. Sono le 5.05.
La bionda Cléo è una cantante di successo, seguita in ogni spostamento dalla cara amica Angela, vive di lussi e spensieratezza. Una notizia di pochi giorni prima però, andrà a stravolgere la sua vita: dopo una visita medica scopre di essere gravemente malata, con il sospetto che si tratti di un cancro.
Il responso medico arriverà alle 7, e in queste due lunghissime ore di attesa molti amici le stanno vicino, senza però riuscire ad influenzare positivamente il suo umore, fino a che uno sconosciuto non catturerà la sua attenzione.

Il film viene scandito da una serie di capitoli di una decina di minuti l’uno, tra le 5 e le 7, mentre il tempo del film coincide con il tempo di chi lo sta guardando. Ad ogni fase è riservato un incontro, o un momento di riflessione, ed il film si divide in due parti tematicamente distinte. Dalla cantante di successo frivola, che vive la sua vita a guardarsi riflessa in uno specchiocleo gifcoccolata da ammiratori e amici, col passare delle ore i suoi pensieri si trasformano, appesantendosi, in una maturazione lunga due ore, dove alla propria immagine riflessa preferirà lo sguardo verso gli altri.

Tra le magie nascoste all’interno del film, vediamo anche un breve cortometraggio muto, con protagonisti non dichiarati Jean Luc Godard e Anna Karina, dove un paio di occhiali scuri fa vedere tutto il mondo nero

La scoperta di questo film arriva da quest’immagine
Cleo De 5 a 7 la vedo e mi dico: ‘ah! ma questo è Wes Anderson!’

E invece no. Quest’immagine è di 50 anni fa, ben prima che il Wes nascesse.

E comunque il mio nuovo amore della giornata sono i tarocchi
tumblr_lzv0i7CfA41r4ivkvo1_500 tumblr_lzv0i7CfA41r4ivkvo2_500-1e la danza macabra, che se non sapete checcos’è andate a documentarvi subbito.

del lavoro & della morte

(se cliccate nell’immagine vedrete delle cosebelle)

Visto con: l’amore per gli anni ’60.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...