Tutti pazzi per Rose

tutti pazzi per rose posterScorro tra la lista di film in uscita al cine e trovo una commedia romantica francese e che per di più odora di Mad Men, lo guardo Subito.

Francia, fine anni ’50. Rose è un’aspirante segretaria il cui destino sembra essere già stato deciso, il padre padrone la vorrebbe impiegata nella bottega di famiglia e moglie del miglior partito del paese. Ma siamo pur sempre all’alba degli anni ’60, per capirci meglio sono gli anni che saranno poi di Mad Men, e se siete saggi e lo guardate sapete un po’ cosa significa.
Rose vuole emanciparsi, e forte della sua voglia di indipendenza va al suo primo colloquio di lavoro, più che sicura di sè, sicura di non voler più tornare indietro. Tra le tante donnine carine che riempiono la sala d’attesa, Louise viene colpito dalla velocità di battitura a macchina di Rose, e tralasciando la sua fastidiosa goffaggine su due piedi la assume. L’innata voglia di vincere di Louise e la voglia di rivalsa di Rose li tengono uniti con un obiettivo comune: vincere i campionati di battitura a macchina. Così Louise mette a punto un programma di allenamento infallibile: corsa mattutina, appuntamenti serali davanti alla macchina da scrivere, legata alla sedia a trascrivere interi tomi di letteratura francese
populaire gifpopulaire gif 2 e lezioni di piano per rendere le dita più elastiche Bérénice Bejo populaireMa non dimentichiamoci che stiamo comunque parlando di una commedia romantica,

dancing populaire gif 2dancing populaire gife tra un concorso e l’altro il rapporto capo-segretaria cambia (cosa che Man Men ha già raccontato benissimo), cambiando l’equilibrio tra chi sta sopra e chi sta sotto.
Lei, Déborah FrançoisDéborah François populairel’abbiamo già vista qui quasi irriconoscibile, mentre lui, be’, chi non ha visto almeno una volta in vita l’Appartamento spagnolo? ecco, è proprio lui. Leggo poi che tale Romain Duris tra i vari film ha fatto un’altra commediola franciosa, Il truffacuori, che penso proprio che guarderò anche solo per capire se lui mi piace o meno e soprattutto per stabilire se l’odio verso Vanessa Paradis è autentico. La rossa soprasopra ↑ non so se l’avete riconosciuta ma è la protagonista in bianco e nero di The artist, cosa che mi era sfuggita all’inizio, sarà stata colpa dei colori.. Cast quindi di tutto rispetto.
L’immagine must del film, che avrete sicuramente già visto sparsa per il web

populairemi aveva un po’ illuso sul livello del film, m’immaginavo una cosa più simil musical, mentre il tutto viene ridotto a qualche minuto di pubblicità, bella per l’amore di dio, ma giusto qualche minuto (ed ecco che ritorna sempre Mad Men con i pubblicitari…).
Mentre il poster italiano spoilera senza minimo pudore il finale io censuro e vi ho messo quello originale, e già che ci sono ne metto un altro carinocarino.tumblr_mm0czqA0891rrhq0co1_500 Per farla breve: Francia + anni ’50-’60 + Mad Men style + colori pastellosi + commedia romantica = film da guardare.

Visto con: la mère.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...