Purple violets

New York. Una coppia di amiche si trova al ristorante per festeggiare quando, guarda caso, qualche tavolo più distante vedono seduti i loro due ex storici, attimi di panico e disagio e via coi saluti imbarazza(n)ti. Patti, ex scrittrice di successo e ora inconcludente agente immobiliare, vive non più felicemente da anni col marito cuoco, e dopo averlo sorpreso al telefono con una hot line con le mani non sulla cornetta, prende l’occasione al volo e lo lascia solo al gas dei suoi fornelli. Brian, ex di Patti e scrittore di gialli ora al primo tentativo di romanzo impegnato, vive in simbiosi con l’amico e avvocato Murphy, don giovanni pentito e ex di Kate, migliore amica di Patty e insegnante sempre con un Fuck in bocca. Iniziano così una serie di incontri che porteranno al riavvicinamento delle due ex coppie, tra gli ostacoli degli errori passati e dei pesanti ricordi che impediscono il nascere di un amore rinnovato.
Più che film direi filmetto, scelto ovviamente con la speranza di guardare una godibile storia d’ammore e invece nada Selma Blair si salva perché è fica sempre e comunque mentre Edward Burns fallisce abbastanza miseramente. Edward caro, tu e la tua voce da castrato dovete smetterla di fare e rifare sempre lo stesso film! Diciamo che alla fin fine si lascia guardare anche se la storia ormai è vista e stravista, e la location, che poteva dare qualcosa in più, finisce per non aggiungere nulla alla storia e tutto togliere alla magia della città, New York.

Visto con: un occhio sull’orologio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...