Le premier jour du reste de ta vie

Parigi, seguiamo cinque giornate significative di una simpatica famiglia in un periodo che va dal 1988 al 2000. Ogni episodio è dedicato ad uno diverso dei componenti della famigliola composta da tre figli: quello responsabile e un po’ cazzone, quello artista alla ricerca di sè stesso e quella adolescente e ribelle, con aggiunta di padre tassista appassionato di musica rock, madre studentessa universitaria con l’ansia dell’invecchiamento e un nonno brontolone abbandonato alla solitudine nel ricordo della moglie perduta.

Le premesse potrebbero ingannarvi, non vi aspettate la solita banal-triste commediola famigliare ad episodi all’italiana, senza azzardare troppo e volendo cercare un parallelo nel nostro cinema citerei La meglio gioventù, e come in questo attraversando un arco temporale di 12 anni seguiamo non solo le evoluzioni dei rapporti interpersonali, ma anche il cambiamento social-culturale e in particolare musicale che sta sullo sfondo. Benchè gli episodi siano divisi temporalmente, l’unione fluida li rende un unico grande racconto che scivola veloce e scorrevole, nel quale i vari personaggi si incastrano alla perfezione senza che mai uno prenda il sopravvento sull’altro, restando tutti protagonisti della loro semplice e autentica vita.
Film sincero e mai banale, non ambisce a strappare lacrime gratuite o risate forzate ma con semplici e normali racconti del quotidiano si rende davvero godibile. E vista la bellezza del film, benchè sia uscito in francia anni fa, Ovviamente in italia non è mai uscito al cinema, perciò sapete che vi dico? Scaricatevelo!

Visto con: Egidio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...