Dirty girl

Profondo sud degli Stati Uniti, 1987, Danielle is dirrty.
La bionda protagonista è la ragazzaccia della scuola, a causa della sua sfacciataggine viene mandata dal preside bigotto nella classe dei casi umani con la speranza che venga illuminata dalle gioie della castità, qui incontra il suo nuovo forsesonoghei-friend Clark. La madre, timorata di dio e all’ultima speranza di trovare marito decide di risposarsi, così, sul punto di diventare la figlia di un mormone Juno decide di partire con il suo ciccio e gaio compagno di classe alla ricerca del padre biologico in un vano tentativo di riconciliamento.
Protagonista del travagliato viaggio on the road diventa il sacco di farina (leggi figlio) della coppia, che con i sorprendenti cambi di espressione fa da commento alle vicende tra i due nuovi bff
Porterà l’esperienza un po’ di buon senso nella testa della zoccoletta biondina e un po’ di centimetri in più ai suoi vestiti inguinali?
Ennesima storia di ragazza con madre fica tanto quanto la figlia (in questo caso una Milla Jovovick con pettinatura da that’70s show) e famiglia che meglio non averla, originalissima amicizia con un ghei ciccio verginello odiato dal padre e deflorato da uno stripper caricato in macchina mentre faceva autostop, e ceniale tentativo di inserire nell’avvincente road trip un po’ di vero sound anni ’80 con il duo troietta-gaio che ci delizia con delle canzoni a tratti intonate.
A Juno Temple dopo Kaboom viene riassegnato il ruolo di maiala e noi ci chiediamo: ma chissà perché..
Film sicuramente non memorabile ma guardabile, se vi piacciono le bionde con voce da bionda.

Visto con: l’amore per le more

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...