buffalo ’66

Billy brown è appena uscito di prigione, per affrontare l’inizio della sua vita da uomo libero decide di rapire la prima ragazza che gli passa davanti e di costringerla a figurare come moglie alla cena dai genitori. La sFortunata è una christina ricci bionda, pienotta, con l’ombretto azzurro e le scarpe da tip tap, splendida.
Arrivati alla cena si capisce perché occhidapazzo è totalmente sfasato, ennesima madre patetica e senza cuore accompagnata da un altrettanto crudele e meschino padre.
Il tempo del film è di un giorno, ma con svariati flashback abbiamo il quadro della disperata vita del protagonista, che potrebbe anche essere biografica, e questo spiegherebbe la sua faccia da disagio esistenziale.
Come succede non solo nei film la rapita, implicitamente altrettanto sola, si innamora del rapitore, e voglio vedere che donna resisterebbe al fascino dell’uomo da accudire e della vita tutta da sistemare.
Un film che riempie il cuore, di tristezza ma anche di inaspettata tenerezza, la scena del letto è una delle cose più dolci che abbia visto di recente, vedetevelo.

Visto con: la voglia di essere un giorno rapita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...